Il Centro di Documentazione “G. Canestrini” del Museo dell’Automobile di Torino

L’archivio del Centro di Documentazione “G. Canestrini” del Museo dell’Automobile di Torino – MAUTO è costituito da un nucleo iniziale e più antico frutto dell’attività di raccolta e collezione del fondatore del Museo, Carlo Biscaretti di Ruffia. A questa documentazione, il cui materiale copre un arco cronologico che va dalla fine dell’Ottocento fino agli anni ’50 del Novecento, sono andate aggiungendosi successive donazioni tra cui la più ingente è quella del giornalista sportivo Giovanni Canestrini, il cui patrimonio documentario è una preziosa testimonianza della storia automobilistica del Novecento.

L’intervento di riordino dell’archivio e di informatizzazione di dati e immagini di Copat fa parte di un progetto volto a rendere fruibili ad un pubblico sempre più ampio testimonianze e fonti per la ricostruzione della storia dell’automobile a livello nazionale e internazionale.

La schedatura, eseguita sul software web based Archid’hoc, è stata svolta in maniera analitica, prendendo in esame ogni singola carta, il materiale fotografico presente è stato anch’esso oggetto di schedatura dettagliata: per ogni pezzo è stato indicato il soggetto, il timbro del fotografo, l’anno e la presenza di una o più copie.

Ogni immagine è stata oggetto di valutazione in una scala di valori che ha permesso di selezionare le stampe fotografiche che sono state acquisite su supporto digitale.

Ogni immagine è stata acquisita prestando attenzione all’esame dell’originale, alla scansione dell’immagine formato TIF (file master), al condizionamento e ricollocazione della fotografia, alla nomina del file sourse, all’archiviazione del file source (copia di sicurezza sul server e su supporti magnetici) e alla creazione dei file a bassa risoluzione nel formato jpg (immagine icona e di visualizzazione) apposizione di watermark con logo del museo MAUTO.

Le immagini acquisite sono state collegate alla unità archivistica di riferimento e sono liberamente consultabili grazie alla creazione di una teca digitale.

Sono state censite circa 29.000 fotografie, di cui ne sono già visibili circa 10.000 collegate alla loro scheda d’archivio (in formato non riproducibile e con watermark). Tra queste sono da ricordare circa 700 disegni riguardanti motori, modelli, episodi della storia dell’Automobile del Novecento di Carlo Biscaretti di Ruffia grande illustratore, pubblicitario, disegnatore tecnico, divulgatore e storico e fondatore del Museo.

Scheda Progetto

Categoria:
digitalizzazione e fruizione

Periodo:
2010-2012

Numeri:
29.000 immagini censite
1.500 fabbriche automobilistiche
3.500 eventi sportivi nell’arco di 99 anni
2.000 personaggi
150 carrozzerie
29.000 fotografie scansite
10.000 fotografie consultabili sul Web
700 disegni di Carlo Biscaretti di Ruffi

Software:
Archid’hoc

URL:
Il sito del Centro di Documentazione